La polizia sta avvertendo della nuova sfida di 48 ore di Facebook

Dopo la Tide Pod Challenge dell'anno scorso, non pensavo che le cose potessero diventare più folli sui social media. Mi sbagliavo!

C'è una nuova sfida che fa il giro che aumenta la follia. Si chiama 'sfida di 48 ore' e non ci crederai come funziona.

È così potenzialmente dannoso, la polizia sta chiedendo ai genitori di parlare con i loro figli prima che lo facciano. Non dimenticare di condividere questo articolo con la famiglia e gli amici in modo che sappiano anche cosa sta succedendo.



Qual è la sfida di 48 ore?

Stiamo parlando del 'Sfida di 48 ore'che si sta facendo strada tra i siti di social media come Facebook, Instagram e Twitter.

La polizia sta avvertendo i genitori di tutto il paese del 'gioco' malato che incoraggia gli adolescenti a sparire intenzionalmente per 2 giorni, colpendo la paura e il panico all'interno dei loro genitori.

È difficile credere che qualcuno parteciperebbe a qualcosa di così folle come questo. Ma non lo sai mai, abbiamo già visto acrobazie orribili.

Ecco come funziona: le persone pubblicano una sfida sui social media in cui i bambini vengono incoraggiati a scomparire e a interrompere tutti i contatti con la famiglia per 48 ore. Trascorsi 2 giorni, riappaiono all'improvviso come se nulla fosse successo.

Mentre i bambini mancano, ottengono 'punti' ogni volta che vengono citati sui social media. Più volte i genitori chiedono agli amici di Facebook di aiutarli a trovare i loro figli, maggiore è il punteggio che i bambini scomparsi accumulano.

Non solo questo terrorizzerà i genitori mentre i bambini sono dispersi, ma potrebbe allontanare la polizia dall'esercizio delle loro altre funzioni. Il che potrebbe finire per essere un grosso problema per i bambini. La polizia afferma che chiunque venga sorpreso a partecipare alla sfida potrebbe finire con l'accusa.

Questa sfida è reale?

Si diceva che un gioco simile si fosse diffuso in Europa alcuni anni fa, chiamato 'Game of 72'. Il sito di verifica dei fatti Snopes lo ha esaminato qualche tempo fa e ha stabilito che non era reale. Ci sono rumori online sul fatto che la sfida di 48 ore non sia nemmeno reale, e finora ci sono stati zero casi segnalati.

Ma ecco il problema: sui social media sono apparsi abbastanza post sulla sfida che la polizia è preoccupata. Ecco perché i dipartimenti di polizia di tutto il paese hanno incoraggiato i genitori a parlare con i propri figli prima che diventi un problema. Possiamo solo sperare che il numero di casi segnalati rimanga a zero.

Ascolta la sfida di 48 ore di Kim

Sembra che ogni paio di settimane, una nuova sfida virale si presenti sui social media. Alcune di queste sfide sono divertenti, alcune sono pericolose ma questa sta davvero facendo ondate. In questo aggiornamento sulla tecnologia dei consumatori, Kim esamina la sfida di 48 ore e l'impatto che sta avendo su genitori e polizia.

Aiuta a proteggere i tuoi figli dai pericoli online

I bambini oggi vivono online e non comprendono sempre i pericoli. Il nostro sponsor, WebWatcher, è un'app premiata per il monitoraggio dei genitori che ti aiuta a proteggere i tuoi figli.

Vai su WebWatcher.com/Kim, seleziona “aggiungi al carrello” e inserisci Kim alla cassa per uno sconto del 50% su un abbonamento annuale a WebWatcher.